Perché un albero ad alto fusto deve essere potato

Quando si pota un albero ad alto fusto non esiste l'improvvisazione. Deve essere tutto chiaro, prevedibile e sotto controllo. La potatura deve essere fatta rispettando la natura della pianta e facendo molta attenzione alla sua fragilità. L’albero deve essere mantenuto nella migliore condizione possibile.


Potare un albero è una pratica delicata e noi di Lerbavoglio la conosciamo bene. Ci basiamo su tre principi fondamentali che sono alla base di un lavoro fatto con tutti i criteri giusti, un lavoro eccellente.

Sì, perché quando si pota un albero ad alto fusto non esistono le mezze misure e non esiste l'improvvisazione. Tutto deve essere sotto controllo. Tutto deve essere chiaro e prevedibile.

La potatura di un albero ad alto fusto si basa

  • sul principio della Sicurezza
  • sul principio del Controllo
  • sul principio della Valorizzazione

Sono queste le nostre tre parole magiche!

Ogni intervento di potatura deve avere uno o più obiettivi perché ogni albero ha le sue esigenze e caratteristiche. Ogni albero ha i suoi problemi o può recarne al terreno circostante, alle costruzioni intorno, alle persone che abitano o transitano lì vicino.

Ma perché si pota un albero?

  • Per sanare e consolidare la sua struttura
  • Per ridurne i rischi di sbilanciamento
  • Per prevenire il rischio della caduta di rami troppo pesanti
  • Per mantenere il controllo della sua crescita e governare il suo sviluppo futuro
  • Per esaltarne l'aspetto estetico e decorativo

Tutti questi obiettivi devono essere raggiunti sempre rispettando la pianta, la sua natura, il suo carattere, i suoi tratti distintivi, la sua unicità. Anche facendo molta attenzione alla sua fragilità.
L'albero, insomma, deve essere mantenuto nella migliore condizione possibile favorendo una crescita bilanciata e robusta.


AMORE E RISPETTO PER GLI ALBERI

La nostra esperienza nel tempo è stata sempre consolidata dall'amore e dal rispetto che abbiamo per gli alberi in generale, come per tutte le piante. Gli alberi, però, sono delle creature davvero affascinanti e pretendono delle attenzioni particolari. E tu che puoi godere della vicinanza di un albero, anche uno soltanto saprai bene di cosa stiamo parlando.

Gli alberi ad alto fusto con cui abbiamo avuto un maggiore contatto, con i quali abbiamo avuto davvero tante esperienze di potatura sono:

  • il Pino (Pinus Pinea)
  • il Cedro (Cedrus Libani, Atlantica Glauca, Deodara)
  • l’Olmo (Ulmus)
  • l’Eucalipto (Eucaliptus)
  • il Pioppo (Populus)
  • il Platano (Platanus)

e altri ancora...


I NOSTRI METODI

Sono tre anche i metodi che usiamo per potare alberi ad alto fusto. Scegliamo, di volta in volta, quello più adatto al caso specifico:

  • Scale telescopiche fino a un’altezza di circa 13/15 metri.
  • Piattaforma con cestello eleva persone fino a 40 metri.
  • Salita vincolata con corde e imbracature (Tree-Climbing)

La potatura in Tree-Climbing, viene praticata da un operatore che si arrampica direttamente sull'albero con l'aiuto di corde e imbracature. Questa modalità di intervento permette di lavorare dentro la chioma dell'albero, raggiungendo con precisione anche i rami più difficili e intervenendo con il minimo impatto possibile sulla pianta, sul giardino o il suolo circostante. Una tecnica innovativa ed ecologica che noi di Lerbavoglio abbiamo adottato con grande soddisfazione.

Ogni albero, il tuo albero, merita tutta la nostra attenzione.


Informazioni sull'OSPModulo di richiesta di concessione per l'OSP

Richiedici un preventivo adesso.

Compila questo modulo per richiedere un preventivo. Sarai ricontattato prima possibile.
Ti preghiamo di compilare tutti i campi obbligatori.
L'invio di questo modulo, implica il consenso al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy.
Seleziona i file da allegare
La dimensione massima per ogni file è 4.9 MB

    © L'erbavoglio Srl 
    Tutti i diritti riservati Immagini, loghi e testi pubblicati in questo sito appartengono ai rispettivi proprietari.
    E' vietata la riproduzione, anche parziale, del presente documento. Progetto grafico e comunicazione a cura di Aurelidesign con la partecipazione di Patrizia Pisano.